Lingua estinta per antipatia

Manuel Segovia, 75 anni, e Isidro Velazquez, 69 anni, vivono a soli 500 metri di distanza l’uno dall’altro nel villaggio messicano di Apaya ma non si rivolgono la parola da anni. Niente di strano se non fosse che sono le ultime due persone rimaste, in grado di parlare il linguaggio Ayapaneco, a cui gli antropologi stanno prestando particolare attenzione per evitarne la scomparsa.

Non si sa se all’origine della mancanza di comunicazione ci sia una disputa tra i due o se non hanno semplicemente niente da dirsi. Manuel Segovia, in un’intervista del Guardian, ha affermato di non avere molto in comune con Isidro ma che continua a parlare in Ayapaneco con la sua famiglia anche se loro non sono in grado di pronunciare più di un paio di parole e che il linguaggio sarà probabilmente destinato a morire con lui.

Un pensiero su “Lingua estinta per antipatia

Rispondi