Addio a E. N. Lorenz, padre della teoria del Caos

Teoria del Caos, complessità, teoria dei sistemi… proprio il tema di questi ultimi giorni.

Curioso il fatto che tutto si debba ad un metereologo: Edward Norton Lorenz, che cercando di prevedere i fenomeni atmosferici arrivò ad una domanda, che pose il 29 dicembre 1979 alla Conferenza annuale della American Association for the Advancement of Science: “Può il battito d’ali di una farfalla in Brasile creare un tornado in Texas?”. Domanda che scatenò una rivoluzione paragonabile forse solo a quella di Isaac Newton (fu questa la motivazione ricevuta al prestigioso premio Kyoto per le scienze planetarie nel 1991).

In verità l’effetto farfalla di Lorenz parlava solo dell’impossibilità di fare previsioni atmosferiche attendibili oltre i dieci giorni a causa dei piccoli errori iniziali che si amplificano, ma fu proprio quell’intuizione che aprì la strada alla scienza del caos.

Quell’impossibilità infatti non riguarda solo nuvole e venti, ma è uno dei modi attraverso cui funziona la natura in genere. Quante coppie si sono sfasciate per una sola parola, detta o non detta, magari mesi se non anni prima, per un tono di voce, per uno sguardo!? Non importa quanto piccola sua la causa, l’effetto potrà sempre essere imponente.

Lorenz è deceduto ieri all’età di 90 anni nella sua casa di Cambridge, nel Massachussetts.

Un pensiero su “Addio a E. N. Lorenz, padre della teoria del Caos

Rispondi