Call for papers – buone pratiche nelle classi di lingua

Ricevo da Paolo Torresan e condivido volentieri sul blog.
Gentili Colleghi,
vorrei annunciare un Call For Papers per il numero di novembre 2015 del Bollettino Itals.
Il tema riguarderà le buone pratiche nelle classi di lingua.

Invitiamo i colleghi a segnalarci interessanti iniziative intraprese nelle proprie classi o svolte dai colleghi.
In via eccezionale questo numero si apre anche a esperienze avvenute in classi di altre lingue, oltre all’italiano, che possono essere considerate di utilità per i lettori del Bollettino perché facilmente esportabili nella classe di italiano.
Se l’intervento ha la forma di un articolo, le norme editoriali le trovate a questo indirizzo:
Se descrivete attività brevi, vi rimando a uno di questi modelli:
La data ultima per la ricezione delle vs attività è il 15 settembre 2015.
Per ulteriori informazioni scrivete a piroclastico@tin.it

6 pensieri su “Call for papers – buone pratiche nelle classi di lingua

  1. cara @professoraditalia,
    buone pratiche possono essere molte cose:

    – a) una strategia particolare (per esempio, da mettere in pratica con un particolare tipo di studenti, o più in generale una strategia che si è dimostrata efficace e si vuole condividere con i colleghi perché può essere applicata in contesti diversi)
    – b) una tecnica particolare (sia essa attività o esercizio)
    – c) un percorso particolare (realizzato durante una lezione o anche in più lezioni).
    – d) un’iniziativa sorta dagli stessi allievi

    p.

  2. La foto riprende una delle nostre classi alla Dilit International House, a Roma, e l’insegnante si chiama Francesca.

Rispondi