Dalla presenza all’online: come usare Google Earth per giocare in una piazza

Continua la collaborazione con Silvia Maneschi, esperta di didattica delle lingue online, che stavolta ci parla di come far tesoro di Google Earth. Buona lettura e grazie, Silvia!  

Quando si insegna italiano come lingua straniera online in modalità sincrona (via Skype e/o altri software), ci scontriamo con un limite insito nella natura stessa di questa forma di insegnamento: portare fuori dall’aula i nostri studenti, organizzare attività all’esterno, in una piazza, in un museo, in un supermercato. Questo ostacolo – ovviamente insormontabile –  può scoraggiare molti docenti, ma è solo apparente se cambiamo il punto di vista e usiamo la tecnologia e la rete come nostri alleati. Insegnare a distanza, infatti, non significa buttare dalla finestra tutto ciò che facciamo in presenza: i nostri manuali, le nostre lezioni collaudate e che ci funzionano tanto, possono essere riadattati per l’online, con alcuni accorgimenti e selezionando gli strumenti giusti che la rete ci offre.
Continua a leggere

321via.ch per una visione pluricentrica dell’italofonia

Andata online a fine marzo 2016, la piattaforma didattica www.321via.ch offre, all’insegnante e all’apprendente di italiano L2/LS, una trentina di moduli didattici, ognuno contenente dai 3 ai 9 esercizi interattivi basati su materiali autentici tratti dai media.

Continua a leggere

MOOC che bello studiare online!


Sicuramente avrete già sentito parlare e probabilmente partecipato ad un MOOC.
Io stessa ne avrò iniziati circa 5 (per non portarne a compimento nemmeno uno!).
I Massive Open Online Courses sono gratuiti, sono offerti dalle più prestigiose università internazionali, sono superorganizzati nonostante abbiano altissimi numeri di iscritti, riguardano qualsiasi disciplina e la glottodidattica non è di certo trascurata.

Sul gruppo italiano per stranieri è stato molto pubblicizzato il MOOC Dyslexia and Foreign Language Teaching (Lancaster University, sulla piattaforma FutureLearn), iniziato pochi giorni fa (lunedì 20/4) e ancora aperto. L’entusiasmo è stato tale che è stato creato un gruppo apposito aperto a chiunque voglia confrontarsi in italiano. (1)
La piattaforma FutureLearn ha già offerto MOOC su tematiche affini, come Understanding Language: Learning and Teaching della University of Southampton; non è da meno
la University of Leiden con Miracles of Human Language: An Introduction to Linguistics (lì sono alla terza settimana). Continua a leggere

Imparare l’italiano con le canzoni, YouTube e karaoke

Dopo cinque anni di lavoro e tre partenariati di apprendimento Grundtvig è online il risultato del progetto “Languages & integration through singing“. Il sito propone materiali e unità didattiche per studiare sei lingue attraverso le canzoni. La ricchezza è impressionante: sono presenti 136 percorsi e si possono passare ore e ore a studiare l’italiano, il rumeno, il russo, il francese, lo spagnolo e il portoghese, senza mai annoiarsi.

Continua a leggere

Blog, Facebook e Twitter per l’apprendimento di una lingua

ruggeri1

Siamo orgogliosi di ospitare su questo blog un articolo di Fabrizio Ruggeri, insegnante di italiano presso il Centro Superior de Idiomas Modernos (l’equivalente, in Italia, a un Centro Linguistico di Ateneo) dell’Università Complutense di Madrid.
L’articolo, che potete scaricare dal link in basso, racconta come Fabrizio ha utilizzato i social network nella sua classe di lingua, ed alcuni esempi sono davvero sorprendenti. 

Continua a leggere

E-learning: dagli albori ad oggi

TMP_eLearning
Piccolo excursus sull’insegnamento online
delle lingue straniere

di Alessandra Giglio

– Cosa fai nella vita?
– Insegno.
– Ah, che bello… cosa?
– Italiano a stranieri.
– Ahhh… cioè?
– Insegno agli stranieri in Italia la lingua italiana. Insegno per la verità anche agli stranieri nel mondo.
– E come fai, vivendo a Genova?
– Online.
– ?!???!

Continua a leggere

Presseurop

presseurope

 

Chi crede che gli studenti abbiano capito il testo loro proposto è, a mio parere, un ingenuo. Basta scavare un po’ più a fondo rispetto alle quattro domandine a scelta multipla cui hanno risposto correttamente per scoprire assai spesso che hanno capito molto meno di quello che dovrebbero. Continua a leggere

E’ solo questione di tempo (volersi tenere aggiornati online)

 

Oggigiorno tenersi aggiornati sull’andamento e sulle tendenze della didattica dell’italiano per stranieri è possibile grazie a una miriade di pubblicazioni gratis e online. Per non parlare dei portali legati alle università e scuole di formazione che archiviano da anni interventi e riflessioni sull’insegnamento.
E’ solo una questione di tempo, trovarlo, per perdersi amenamente tra i seguenti link suddivisi in quattro sezioni.

Continua a leggere

Attività interattive ALMA EDIZIONI

alma

Ormai, si sa, la prossima frontiera dell’editoria didattica è quella rappresentata dalle nuove tecnologie applicate ai materiali. ALMA EDIZIONI ha recentemente messo a disposizione sul suo sito-web circa 300 esercizi interattivi gratuiti.

Continua a leggere

Facebook per insegnanti (e studenti)

(Quasi) Tutti siamo su facebook. Per chiacchierare, chattare, confrontarci sui più disparati argomenti.

(Quasi) Tutti siamo rimasti spiazzati un po’ di tempo fa quando è entrato in gioco il “Diario”, la “Timeline”, che ha trasformato la nostra home page.

Continua a leggere