Chi siamo? Dove andiamo? Che vogliamo? Un fiorino!

Ladylink riappare dopo settimane di silenzio con un post in due puntate (forse piu’) stimolato dai diversi contatti che sta avendo con gli insegnanti di italiano per stranieri disseminati nel mondo.

Questi contatti stanno avvenendo sia leggendo gli interventi sulle ML dedicate alla nostra professione sia su Facebook, eh si’, proprio li’, dove mi sono soffermata sul gruppo ITALIANO PER STRANIERI, al quale vi suggerisco di iscrivervi.

Devo subito affermare che l’opinione che uno si forma leggendo i messaggi di entrambi e’ che c’e’ un’oasi felice, quella di FB, ed un’oasi di colori e sapori indecifrabili, un mix esotico, quella di [Ita_L2].

Devo ammettere che sono riuscita a organizzare il post in modo ironico, avevo in mente un intervento molto piu’ cupo, in cui il mio sguardo era davvero preoccupato e meno disincantato, ma sono pur sempre ladylink, o no?

E allora inizio affermando che nella ML [Ita_L2] nel solo mese di gennaio, mese ancora non concluso, sono stati pubblicati 13 annunci di colleghi che cercano piu’ o meno disperatamente lavoro all’estero. Dico disperatamente perche’ gli incipit di questi annunci non erano dei piu’ rassicuranti, soprattuto per una dalla facile empatia:

Qualcuno di Voi sa se in qualsiasi parte del mondo si ha bisogno di un’insegnate di italiano? Insegnante, assistente,
lettrice? Sono disposta a trasferirmi domani stesso…

Vorrei sapere se siete a conoscenza della situazione dell’insegnamento dell’italiano in Senegal: ci sono scuole italiane? O scuole d’italiano in cui si cercano insegnanti madrelingua? (…)Potete aiutarmi in qualche modo?

E inoltre

Anch’io come la collega sarei disposto a spostarmi, non dico subito, ma con una certa urgenza all’estero.
Quindi se qualcuno sa qualcosa sia per me, che per la collega, per favore, lo dica!

Poi ci sono le richieste di lavoro solamente per i mesi estivi:

A luglio prossimo desidererei andare ad insegnare Italiano LS in una qualsiasi scuola di un qualche Paese anglofono (…) Avete qualche informazione/collegamento internet interessante da passarmi? Ve ne sarei grata.
Quest’estate nei mesi di luglio e  agosto mi piacerebbe vivere un’esperienza di lavoro  all’estero come insegnate di italiano. (…) C’è qualcuno che potrebbe essermi d’aiuto? Vi ringrazio anticipatamente. P. Ps: qualsiasi meta andrà benissimo!

Mi associo alla richiesta di P., nel caso quest’estate ci fosse necessità di insegnanti madrelingua all’estero.
Vi ringrazio moltissimo!

C’e’ chi invece nel campo e’ da poco e gia’ e’ incerto:

(…) Una certa instabilità economica (lavoro come freelance) e i necessari e continui spostamenti (le nostre lezioni si svolgono principalmente nelle aziende in cui lavorano gli studenti o a casa loro) fanno scemare il mio entusiasmo. (…) Se c’è qualcuno che è/è stato insegnante, oltre che di italiano L2, anche di Lettere in scuole medie o superiori (forse la mia vocazione prima) e potrebbe aiutarmi a scegliere quale strada percorrere. Grazie a tutti.

Chi e’ scettico_uppercase, ci prova partendo dalla formazione e spera sempre nel passaparola:

Ciao,
ho conseguito il certificato CEDILS della Ca’ Foscari, Venezia, per l’insegnamento dell’italiano agli stranieri,
SERVIRA’ A QUALCOSA???
Se avete notizie relative a possibilità di insegnare all’estero fatemi sapere.  Grazie per questa possibilità.

Dopo un esperienzadi lavoro-tirocinio in una scuola di lingue di italiano per stranieri, sto preparando l’esame DITAlS e
cercando lavoro sia in Italia che all’estero…. quindi se qualcuno sa

perche’ si sa, all’estero e’  facile perdersi:

(…)mi piacerebbe trascorrere un periodo lavorativo all’estero e sto cominciando a guardarmi intorno mi domandavo se qualcuno di voi sapesse darmi qualche informazione su come diventare lettrice in un’università all’estero…
Spero che sappiate aiutarmi voi perché ho provato ad esplorare internet ma finisco sempre per perdermi tra i mille link e allegati dei vari siti.

E  chi, secondo me, si e’ gia’ perso:

(…) ho insegnato anni fa italiano a stranieri, in corsi di formazione per infermieri… e anche a me mancava la letteratura, anche se la inserivo qua e là dove appena potevo! (…)ora che sono alle medie, per quanto abbia un contratto favoloso (…) fino a giugno (sicuramente più stabile che prima), la letteratura non si fa, non si può insegnare storia della letteratura, (…)

Risultato: i colleghi sulla ML [Ita_L2] sono, secondo me, un po’ spavaldi:

“Quindi se qualcuno sa”; “Quindi se qualcuno sa qualcosa sia per me che per la collega, per favore, lo dica!”; “Sono disposta a trasferirmi domani stesso…”; “ Ps: qualsiasi meta andrà benissimo!”.

ed educatissimi:

“Grazie per questa possibilità.”; “Grazie a tutti.”;  ” Vi ringrazio moltissimo!“; “Vi ringrazio anticipatamente.”;“ Ve ne sarei grata!”.

2 pensieri su “Chi siamo? Dove andiamo? Che vogliamo? Un fiorino!

  1. Intanto vedo che hai bisogno di una tastiera italiana, con accenti al posto di apostrofi…
    …scusate l’OT…
    Comunque interessante! Speriamo di vedere presto in cosa consiste l’oasi felice (addirittura!) di Facebook.

Rispondi