Gita scolastica

Che meraviglia l’Europa unita… Maastricht, Shengen, parole che rendono la nostra vita più facile.

Parole che ci ricordano che la nostra vita è più facile perché quella di altri è più difficile. Per essere noi uniti dobbiamo chiudere ad altri. Anche se quegli altri siamo noi stessi.

Parabola dei tempi in cui viviamo questa (dis)avventura. Da www.repubblica.it:

BERGAMO – Sei studenti di un istituto tecnico di Bergamo in gita scolastica a Londra sono stati trattenuti in isolamento per un’intera giornata, identificati, schedati e poi rimandati a casa perché appartenevano a nazionalit “non gradite” al Regno Unito. E’ successo nei giorni scorsi all’aeroporto londinese di Luton.
I sei studenti, tutti extracomunitari, frequentano l’Istituto tecnico Vittorio Emanuele di Bergamo. Al loro arrivo in Inghilterra, come riporta questa mattina il quotidiano L’Eco di Bergamo, i sei, provenienti dall’aeroporto di Orio al Serio, sono stati bloccati al controllo documenti. I ragazzi hanno dai 20 ai 27 anni, e vengono da Perù, Albania, Ucraina e Burkina Faso. Sono iscritti dalla terza alla quinta classe del progetto Sirio, del corso serale Igea, e del corso per perito aziendale e di quello per corrispondenti in lingue estere.
Dopo una giornata passata all’aeroporto, nonostante le proteste degli insegnanti, che sostengono di aver avuto precise indicazioni in merito ai documenti necessari per gli studenti stranieri proprio dal consolato britannico a Milano, i ragazzi sono stati fatti ripartire per Orio al Serio con un volo alle 22.40. Gli studenti italiani, 34 in tutto, hanno potuto invece proseguire il loro viaggio in Inghilterra.
“Chiederò di fare presto chiarezza su quanto è avvenuto – ha dichiarato la preside dell’Istituto Vittorio Emanuele, Gabriella Lo Verro – perché gli studenti avevano tutti i documenti in regola, così come è perfettamente regolare la loro iscrizione ai nostri corsi”.

Sì, esatto, certo. La cosa più triste sono quei 34, le loro foto nelle macchinette digitali, i loro sorrisi di privilegiati italiani, la loro git che comunque è stata fatta. Che tristezza. Ma che cosa brutta brutta!

Un pensiero su “Gita scolastica

  1. anche noi dell’ex irre friuli venezia giulia ci siamo occupati delle problematiche legate alla partecipazione di studenti extracomunitari a viaggi d’istruzione all’estero; un articolo è stato pubblicato nell’ultimo notiziario telematico: http://www.irrefvg.org/2007/Bollettino_telematico/newsCoSMOS_10.htm.
    un approfondimento sulle gite in gran bretagna è presente al link: http://www.irrefvg.org/STRANIERI/materiali/GB_viaggi_istruzione.pdf
    c.virili – responsabile progetto STRAN.IRRE (STRANieri a scuola IRRE).

Rispondi