Il blog e le scuole di lingua

Che il web sia una risorsa indiscussa ed irrinunciabile per il nostro mestiere è cosa nota, ma ultimamente ho visitato dei blog dedicati all’italiano per stranieri, che mi hanno lasciata a bocca aperta e che mi hanno portata a postare una loro sintetica ma utile descrizione.
L’aspetto più interessante, infatti, è che il sistema dei blog sia diventato il modo per interagire con gli studenti, ma anche con gli altri insegnanti, con i lettori di passaggio e con tutti coloro che sono interessati al Belpaese in tutte le salse.
Non so se sia semplicemente una coincidenza, ma i blog nei quali sono andata a fare capolino appartengono tutti alla stessa realtà, quella spagnola delle ESCUELAS OFICIALES DE IDIOMA (d’ora in poi EOI), ossia: scuole di lingua straniera e di Spagnolo per stranieri che, ricevendo finanziamenti pubblici, offrono corsi a prezzi accessibili e che sono molto diffuse in tutta la Spagna. I loro blog sono aggiornati ed interessantissimi, pagine e pagine create con una grafica gradevole ed accattivante, in cui condividono con il web le loro esperienze e i loro lavori ed i risultati sono così convincenti da renderli fruibili non solamente agli addetti ai lavori o agli studenti. Ogni blog, oltretutto, ha link inerenti vari aspetti della cultura italiana ed è per questo che navigare nelle loro pagine si rivela un modo per rimanere aggiornati e per condividere nuove idee stimolanti da portare in classe e sulle quali riflettere.

Purtroppo come esempio italiano per ora sono solo in grado di citare quello di una scuola di Firenze: l’Accademia del Giglio, che nel suo blog, offre esercizi già sperimentati a lezione, per vari livelli. Interessanti gli articoli sulla cucina regionale ed internazionale (sulla cucina giapponese).
Seguono: un articolo sulla letteratura e l’immancabile rubrica natalizia, con un post interessante: Dieci suggerimenti su come passare l’ultimo dell’anno.

Invece la carrellata dei blog delle EOI è lunga e la inizio con quello della EOI di Sagunt: Chiodo schiaccia chiodo, che già solo nella prima pagina, contiene post riguardanti la mostra del Tintoretto a Madrid, un post sull’Inno di Mameli, uno a tema sulla Befana e Babbo Natale, un articolo sulla Fiat 500 ed uno su Lucio Battisti. Notevole la quantità di link sulla colonna destra, tra cui vorrei citare i giochi linguistici e i siti per i bambini, nonché la chat. (Tra i link ci siamo anche noi de ildueblog).

La pagina della EOI di Quart de Poblet colpisce per il nome: OBLO’(G), che poi scopriamo essere stato scelto con un concorso, tra le proposte degli studenti. Nella pagina, aggiornata al 28 dicembre, troviamo un articolo sul significato del colore viola a teatro e le foto delle feste natalizie, ne sono state pubblicate varie. Originale il sondaggio: “I regali più strani che avete ricevuto”.
Sempre ricca la colonna dei link e la chat interattiva.

Molto gradevole il blog della EOI di Ciudad Real, che presenta un articolo sugli argomenti-tabù da presentare a lezione (per curiosità cliccate sul link di VOI SIETE QUI). Segue un post sulle belle donne italiane (scorrendo la pagina se ne trova uno anche sui begli uomini) ed un articolo dettagliatissimo sulle trasmissioni radio, in particolar modo di Radio 2 Rai. Originale l’idea delle news dall’Italia e dal mondo che appaiono grazie probabilmente al server Kataweb, e cioè di Repubblica.

Ci fa molto piacere vedere che anche il blog della EOI di Castellè: Una finestra sull’Italia, ha inserito noi tra i link. Il blog è aggiornatissimo ed in data 6.01. presenta un articolo che celebra i 70 anni di Paolo Conte. Segue un post sulla Befana e poi un riferimento ad un’esperienza di vacanza studio in Italia, con molte foto e filmati come testimonianza. Dicembre chiude con i filmati di lezioni di cucina tenute da un cuoco professionale. Da non dimenticare, sempre tra i link della colonna destra, il lungo elenco delle agenzie interinali, per chi fosse interessato a lavorare in Italia, nonché la chat.

LItaliano per tutti, è il nome del blog della EOI di LLeida e mi stupisce per il tipo dei post: esercizi di lessico e grammatica, nel dettaglio cloze, basati su interessantissimi testi di Michele Serra e Massimo Gramellini, due miei personali miti. Ma anche il lavoro sugli articoli, basato su un gradevole brano di Philippe Delerm. Peccato che l’ultimo post risalga a maggio.

L’EOI con cui concludo è quella di Alzira e si chiama Non solo lingua. L’interfaccia è accattivante. Gli articoli molto variegati perché in data 5.01 appare la storia del pane, ma il 4.01 si parla della moratoria contro la pena di morte e c’è un’eloquente immagine del Colosseo illuminato. Segue un articolo sulla psicogenealogia e uno sul tempo, con la poesia di Lorenzo il Magnifico.
Nella colonna di destra c’è sempre un nutrito elenco di link e per la prima volta una voce completa dei blog delle EOI spagnole.

Per ora è tutto, ma con i blog delle EOI non finisce qui….

ladylink

P.S. Sono gradite segnalazioni di blog affini

8 pensieri su “Il blog e le scuole di lingua

  1. Credo che l’uso dei blog sia davvero uno strumento nuovo di cultura e diffondere cultura è qualcosa di cui abbiamo molto bisogno.
    Grazie a tutti i seri gestori di blog per il lavoro che fate

  2. Cara Francesca
    prova con le escuelas oficiales de idiomas spagnole, i loro dipartimenti di italiano hanno dei blog eccezionali, ne conosco uno per il portoghese, altrettanto ben fatto, prova con una ricerca su google e se non trovi blog contatta direttamente i professori, che si sponsorizzano a vicenda…
    ll*

  3. da poco nel mondo del blog…interessata a questa forma di comunicazione, studentessa di lingue, tedesco ed inglese, interessata alla didattica…affascinata dal contributo che il blog puo´dare alla didattica, alla cultura, alo scrivere in generale…esiste qualche sito del genere per il tedesco che io possa consultare?
    vorrei qualche notizia su siti affini…
    dankeshön

  4. Ti ringraziamo molto della recensione. Ci fa piacere sapere che, come nella canzone di Ivano Fossati, “ci sentite da lì”. A presto. Giuliana, Cristina e Gianpiero.

  5. Ciao, io avevo messo molto tempo fa ildueblog fra i miei link, solo che da qualche giorno sto riclassificandoli, e prima eravate fra “i blog d’italiano”, dopo fra “blog didattici”, e finalmente, adesso, fra “blog in lingua italiana”, ma ildue blog è stato sempre nella mia pagina, sin dal primo giorno!… Grazie.

  6. Interessantissimo post che ci ha aperto un mondo! Naturalmente ringrazio sentitamente per la recensione di adgblog.it e per le belle parole spese nei nostri confronti.
    Roberto Balò

Rispondi