Il plurilinguismo, non è il solito -ismo!

Con un sorriso smagliante vi invito a leggere quest’articolo sugli effetti benefici del plurilinguismo sulla nostra mente. L’articolo è tratto da lastampa.it. Intanto un assaggio:

(…) Non c’è un elisir miracoloso per tenere a bada gli acciacchi dell’età – ammonisce la studiosa – ma usare una seconda o una terza lingua può aiutare a prolungare gli anni buoni», quelli in cui la mente lavora con prontezza e acutezza. Infatti sembra proprio che un poliglotta, con il passare delle primavere, sia più lucido e pronto rispetto ai coetanei che conoscono una sola lingua.            I diversi linguaggi possono creare nuovi legami cerebrali, contribuendo così alla salute della mente.

Rispondi