Il punto In.IT di Buenos Aires

Carolina, insegnante di italiano a Rosario, Argentina, ha incontrato per noi Enrico Lovato, responsabile del nuovissimo Punto In.IT di Buenos Aires. Il post è suo.

Il 25 settembre scorso è stato inaugurato  Buenos Aires, capitale della Repubblica Argentina, un Punto In. It.
Anche se non abito nella capitale (in effetti sono di Rosario, città distante circa 320 km. da lí), ho avuto occasione di partecipare all’incontro perchè gentilmente invitata dal responsabile di questo nuovo show room: Enrico Lovato.
Propio lui, molto cortesemente, mi ha rilasciato quest’intervista.

– COS’È PUNTO IN.IT E PERCHÈ A BUENOS AIRES?
Il Punto In.IT è un luogo dove è possibile:
•    consultare i prodotti del catalogo Guerra Edizioni
•    seguire seminari di aggiornamento e formazione su questi materiali
•    trovare personale qualificato con cui scambiare informazioni ed esperienze sul mondo dell’italianistica.
Nasce a Buenos Aires, secondo centro nel mondo dopo Monaco di Baviera, in risposta ai moltissimi docenti di italiano della regione argentina e non solo.

-QUALI SARANNO I VANTAGGI PER GLI INSEGNANTI (ARGENTINI) D’ITALIANO LS?
I vantaggi reali sono quelli di avere una casa editrice italiana presente nel territorio, considerando che Guerra Edizioni è l’unica casa editrice presente in Argentina. La possibilità di avere i testi a disposizione è molto importante ma ancora più importante è avere qualcuno che possa consigliare e dirigere sulla forma migliore per utilizzare i testi. Un altro vantaggio è quello legato al monitoraggio dei bisogni dei docenti, che sono molti e sempre legati a una formazione e informazione continua sui testi.


-AVETE PENSATO A QUALQUE MODO DI “ARRIVARE” ANCHE ALLA GRAN QUANTITÀ D’ INSEGNANTI CHE NON ABITANO NELLA CITTÀ DI BUENOS  AIRES?

Abbiamo pensato anche al vastissimo territorio argentino ed è per questo che il Punto In.IT ha un portale in cui vengono pubblicate le attività che si organizzano (www.guerraedizioni.com/baires). Finora siamo stati presenti a Paranà, a Rosario, a Bahia Blanca, Montevideo… il portale però è un luogo virtuale in cui si incontra la comunità dei docenti di italiano attraverso una mailing list e la possibilità di interagire con il il Punto di Buenos Aires

Per concludere, credo che iniziative di questo tipo siano assolutamente necessarie in un paese come questo dove solo da pochissimi anni si stanno aprendo le porte all’ormai assortita disponibilità di libri, riviste e materiali didattici che si trovano in Italia e che diversamente sarebbero irreperibili.

2 pensieri su “Il punto In.IT di Buenos Aires

  1. Buongiorno,
    sarei veramente grado a chiunque, chi potessi mettermi in contatto con una professoressa di italiano che abitava a Rosario (Argentina). Non ricordo il suo cognome , ma il nome e’ Andrea, Andreina. Aveva parenti in Italia , nella mia regione che e’ il Piemonte,forse nella provincia di Alessandria. Grazie a tutti, se ho rubato del tempo prezioso in questa lettura.
    Massimo Gallina (0039-349-2222890)

  2. Un saluto a Porfido, caro professore che è stato a Lima, Perù. Dato che l’Italia, per noi peruviani è lontanissima, è una buona idea andare in Argentina a ricevere dei corsi di formazione. Spero si apra un IN.IT anche a Lima, siccome voi sappiate l’Italiano è la seconda lingua che si impara qui dopo l’inglese.
    Un saluto. Filiberto.

Rispondi