Mah…

Ricevo nella mail del blog la seguente segnalazione, che rimetto al vostro giudizio, visto che io non so cosa pensare.

Qui sotto il testo della mail, con il link alla risorsa on line che si richiede di pubblicizzare.

Ciao! 

I am sorry but I don’t speak Italian so I will have to do this in English.

My name is Henry and I work for Rocket Languages. I came across your site while looking for influencial Italian bloggers that might be interested in reviewing our Italian course. You and your blog fit the bill perfectly.

I won’t waste your time trying to convince you. You can find a few infos about our course here: www.rocketlanguages.com/italian/premium/ . Let me know whether you are interested and we can discuss the details.

Cheers
[segue firma]

 

8 pensieri su “Mah…

  1. @ piroclastico: già. Anche se con un altro metodo perché questi qui le lingue le fanno tutte…
    @ moryama: mi sono posto il problema. Ogni click è popolarità per loro, ma non è sempre vero che “basta che se ne parli”. E’ anche utile conoscere.

  2. Se ne vedono fin troppi di siti così plasticosi e brilluccicanti. A volte diversi siti con diversi nomi, in diverse parti del mondo, rimandano ad uno stesso set di cd (magari inutili: la solita fregatura). Non significa che questo corso faccia parte del mucchio, ma facciamo attenzione: ogni volta che clicchiamo sul loro link gli regaliamo maggiore popolarità in rete, che la meritino o meno.

  3. se il corso lo si giudicasse dalla grafica (immagini, layout del sito, tipo di caratteri), direi che fa venir voglia di imparare un’altra lingua.

  4. messaggio standard…sicuramente , come già scritto in altro commento, potevano almeno scrivere in italiano, evitando di sottolineare che nn lo parlano!

  5. Al di là di questo aspetto, almeno potevano avere il buon gusto di scrivere in italiano visto che lo dovrebbero insegnare.
    Il blog è abbastanza affermato e non è questo l’unico messaggio del genere. Così ci si scambia un link in home page, succede e non c’è niente di male.
    Ma questi siti mi mettono i brividi. Con un po’ di marketing a basso prezzo riescono a togliere studenti a iniziative di gente qualificata o che almeno l’italiano lo parlano.

  6. Invece io penso che sia un messaggio standard per farsi pubblicità. Se il blog è seguito lo rivelano gli accessi… Hai cliccato sul link?

  7. Io lo prendo come un complimento. ‘Sta roba succede ovunque, e per calibri ben piu’ pesanti del nostro: mica crederemo che l’articolo sul quotidianone nazionale sull’ultima tendenza nella ginnastica per dimagrire nasca da un sincero e disinteressato spirito di servizio del giornalista? 🙂

    Che provino a proporci di fare pubblicita’ significa che il blog e’ seguito e gode di autorevolezza.

Rispondi