PO PO PO PO PO POOOOOO

L’Italia vince i Campionati Mondiali di Calcio e non si può rimanere insensibili alla cosa… eh no! D’altronde la data di ieri, 9 luglio, passa alla storia…
Ieri notte ho rischiato di brutto: imbottigliata nel traffico rientrando a casa, grazie a dei concittadini invasati, ebbri, contenti MA disordinati… ma almeno posso dire che IO C’ERO, e la foto ne è una minima testimonianza.
A me, però, uno dei ricordi più belli lo ha lasciato il Presidente Prodi stasera: ascoltando l’Inno Nazionale, suonato dalla Banda dei Carabinieri, il nostro Primo Ministro accompagna il passaggio dalla prima alla seconda strofa con un vistoso POROPòM POROPòM POROPòM POM POM POM….
Esilarante!!!
Colgo l’occasione, cari colleghi, per suggerirvi
1) un neologismo di stampo sudamericano, dove ci chiamano “tetracampioni
2) di tenere sotto controllo gli striscioni, che per me rappresentano un patrimonio intanto da scoprire e poi da salvaguardare… ci offrono uno spaccato di lingua viva che raramente osiamo portare in classe, che inoltre rappresenta quanto di più spontaneo, ironico e caratteristico della cultura di un popolo, che davanti alla sfera rotante dimentica ogni male e si infervora dagli Appennini alle Alpi.
Ed infine una chicca, uno striscione magistrale che dedico a tutti quelli che stasera stanno a rosicà: NOI AL CIRCO MASSIMO, VOI MASSIMO… AL CIRCO

Concludo con una foto scattata, proprio come la vedete, a ildueblog, che da tifoso sfegatato festeggia la vittoria degli azzurri.
Con questo mi congedo per una settimanella
ll*

PO PO PO PO PO POOOOOOOOOOOO
PO PO PO PO PO POOOOOOOOOOOO
PO PO PO PO PO POOOOOOOOOOOO

Rispondi