TEBELLETE

Ossia Task Based Language Teaching, espressione quasi intraducibile in italiano: Insengamento di Lingua Fondato su un Incarico. Basta mettere l’acronimo in Google e vengono fuori quintali di informazioni. Il principio base è che…

l’apprendente impara svolgendo un’attività che non ha un focus dichiaratamente linguistico; in parole più povere, nel TBLT l’insegnante non dirà mai: “Metti i verbi al posto giusto” quanto piuttosto: “Scrivi una lettera al sito Vattelappesca in cui… “, per esempio.

Come è facile capire si tratta di una variante dell’approccio didattico che privilegia il trattamento della lingua bersaglio quale mezzo con cui l’apprendente persegue degli scopi all’interno di un determinato contesto sociale.

Vi propongo quello che ho organizzato con la mia classe Erasmus (A1/A2).

Secondo me il maggior vantaggio di questa attività è quello di essere facile da svolgere, facile da organizzare, facile da spiegare. Eccola.

PROGETTO FOTO LIVELLO A1-A2

SVOLGIMENTO

1) Dividete la classe in gruppi e consegnate loro la SCHEDA COMPITO (vedi oltre).

2) Spiegate loro che dovranno consegnarvi le foto in forma digitale

————————————————————————————————————-

SCHEDA COMPITO

Obiettivo:

– fotografare persone corrispondenti alle descrizioni scritte.

Materiale necessario:

– almeno una macchina fotografica digitale per ogni due studenti del gruppo, meglio una per ogni studente, un cavo per trasferire le foto su computer.

Valutazione:      

– per ogni fotografia pienamente corrispondente alle descrizioni, 10 punti.

– per ogni fotografia parzialmente corrispondente alle descrizioni, 1 punto per ogni elemento presente.

BONUS: per ogni fotografia dove la persona anche solo parzialmente corrispondente alle descrizioni sorride, saluta e appare insieme ad almeno un componente del gruppo, 3 punti.  

NOTA: Per ogni descrizione è possibile presentare una sola fotografia.

 

Punteggi:        

– meno di 40 punti: INSUFFICIENTE

 – fra 41 e 60 punti: BUONO

– da 61 punti: OTTIMO

Compito:

– insieme ai tuoi compagni va in strada, osserva le persone e cerca delle persone che corrispondono in tutto o in parte alle 10 descrizioni scritte qui sotto. Quando le trovi, fa loro una fotografia.

DESCRIZIONI

  1. Un uomo alto, biondo che porta gli occhiali.
  2. Un ragazzo basso, magro e moro.
  3. Una signora fra i 40 e i 50 anni, un po’ grassa, con i capelli bianchi e corti.
  4. Una signora snella, con i capelli castani e lunghi.
  5. Un signore con il vestito blu, la cravatta, gli occhiali, con la sigaretta in bocca.
  6. Un ragazzo tra i 15 e 20 anni, con lo zaino, l’i-pod.
  7. Una ragazza con almeno un tatuaggio, una gonna, una camicia che bacia il suo ragazzo.
  8. Una bambina con i capelli ricci e le scarpe da ginnastica.
  9. Un  uomo grasso, con la giacca, le scarpe nere e la camicia blu.
  10. Una ragazza con la minigonna, i tacchi alti e i capelli lunghi.

 ————————————————————————————————————-

VALUTAZIONE

1) Dividete la classe in GRUPPI formandoli in modo che in ogni GRUPPO sia presente almeno un esponente di ogni SQUADRA.

Per esermpio da una classe con le seguenti SQUADRE:

Squadra A (Pippo, Maria, Felice, Carletto);

– Squadra B (Gioacchino, Samantha, Deborah, Spartaco);

Squadra C (Paolo, Franco, Vanessa, Veronica);

– Squadra D (Antonio, Laura, Tiberio, Cesare)

formerete i seguenti gruppi in sede di valutazione:

+ Gruppo 1 (Pippo, Gioacchino, Paolo, Antonio);

+ Gruppo 2 (Maria, Samantah, Franco, Tiberio);

+ Gruppo 3 (Felice, Deborah, Vanessa, Tiberio);

+ Gruppo 4 (Carletto, Spartaco, Veronica, Cesare).

Ovviamente non sempre ciò è possibile, ma cercate di approssimarvi al massimo ad una distribuzione equanime dei membri delle SQUADRE.

2) Spiegate che voi avete già valutato i compiti di tutte le SQUADRE a avete assegnato il punteggio corretto. Chiarite che l’obiettivo dei GRUPPI in sede di valutazione sarà quello di approssimarsi quanto più possibile al punteggio corretto (quello assegnato da voi). Dite che i  GRUPPI che si avvicineranno al punteggio esatto con uno scarto massimo di 5 punti per eccesso o per difetto riceveranno smarties, uno per ogni componente del gruppo.

3) Insistete sul fatto che durante la valutazione gli scambi fra gli studenti dovranno avvenire solo in italiano, e che se sentirete parlare altre lingue chiederete ai trasgressori di alzarsi in piedi per cinque minuti.

4) In ogni GRUPPO assegnate ai componenti i seguenti ruoli:

 A) SCRIBA, colui che riceve la SCHEDA DI VALUTAZIONE (vedi oltre) e che può scrivere su di essa. Chiedete a tutti gli altri membri di consegnarvi le penne;

B) PORTAVOCE, è l’unico che è abilitato a comunicare con voi, quindi se gli altri hanno una domanda o necessitano un chiarimento dall’insegnante, devono  passare  attraverso il PORTAVOCE;                                                                                

C) UTILIZZATORI DI DIZIONARIO, sono coloro che possono controllare sul dizionario bilingue.

5) Se disponete di un proiettore o di una lavagna elettronica, proiettate le foto scattate dalle squadre in classe, altrimenti distribuite delle fotocopie.

6) Assegnate un tempo prestabilito per la valutazione di ogni foto.

7) Quando il lavoro di una SQUADRA sarà stato totalmente valutato, chiedete agli SCRIBA di fare il totale dei punti e di consegnarvelo scritto sulla SCHEDA DI VALUTAZIONE (vedi oltre). Quando avrete ricevuto tutti i totali, confrontateli con i vostri punteggi e eventualmente date gli smarties ai componenti di quei GRUPPI che si sono approssimati con uno scarto massimo di 5 punti. Abbiate cura di non dichiarare in pubblico i punteggi, perché questo potrebbe mettere in imbarazzo i componenti di quelle SQUADRE che abbiano ricevuto un voto insufficiente.

8 ) Dopo aver seguito questa procedura per tutte le SQUADRE, riunite gli studenti formando di nuovo le SQUADRE e nominate un PORTAVOCE per ogni SQUADRA. A questo punto consegnate ad ogni SQUADRA il punteggio ufficiale e aprite lo spazio per le contestazioni.

————————————————————————————————————-

SCHEDA DI VALUTAZIONE

VALUTAZIONE PROGETTO SQUADRA: ______________________________________________.

DESCRIZIONI

1.  Un uomo alto, biondo che porta gli occhiali.

____ PUNTI

2.       Un ragazzo basso, magro e moro.

____ PUNTI

3.       Una signora fra i 40 e i 50 anni, un po’ grassa, con i capelli bianchi e corti.

____ PUNTI

4.       Una signora snella, con i capelli castani e lunghi.

____PUNTI

5.       Un signore con il vestito blu, la cravatta, gli occhiali, con la sigaretta in bocca.

____PUNTI

6.       Un ragazzo tra i 15 e 20 anni, con lo zaino, l’i-pod.

____PUNTI

7.       Una ragazza con almeno un tatuaggio, una gonna, una camicia che bacia il suo ragazzo.

____PUNTI

8.       Una bambina con i capelli ricci e le scarpe da ginnastica.

____PUNTI

9.       Un  uomo grasso, con la giacca, le scarpe nere e la camicia blu.

____PUNTI

10.    Una ragazza con la minigonna, i tacchi alti e i capelli lunghi.

____PUNTI

TOTALE: _________ PUNTI  

 ————————————————————————————————————-

 E ora, se avete capito, quanti punti date alla foto sotto il titolo di questo post? E al lavoro (PROGETTO) di questa squadra ?

🙂

 

 

3 pensieri su “TEBELLETE

  1. Pingback: MATERIALE AUTENTICO AUTOPRODOTTO « il due blog

  2. Grazie a te Renata per i complimenti e per essere passata. Se ti va condividi pure le tue rilessioni sul TBA sul nostro blog.

  3. grazie per lo spunto; da un paio di anni cerco di coniugare il TBApproach con un classico sillabo nozional-funzionale; l’attività è interessante anche nella sua parte di riflessione sulla valutazione; il come valutarsi è sempre un momento di crescita per prof e studente

Rispondi