Una storia semplice

Prendo indegnamente in prestito il titolo di un bellissimo racconto breve di Sciascia per proporvi un esercizio di riempimento da primo livello che parla di criminalita’ organizzata.

Io (nascere) _____ in una famiglia con la passione per lo sport, non per la musica. Invece già da bambino (avere) _____ le idee chiare: (volere) _____ diventare musicista. Allora a 9 anni i miei genitori mi (fare) _____ una sorpresa: mi (regalare) _____ un clarinetto. Mi (piacere) _____ molto suonare, (suonare) _____ tutti i giorni prendendo lezioni private da un insegnante bravissimo. (Entrare) _____ in conservatorio due anni dopo: (avere) _____ 11 anni. Al conservatorio (studiare) _____ la tromba e il clarinetto. (Trovare) _____ quasi subito lavoro in una scuola di musica, ma non (essere) _____ contento perché la scuola (pagare) _____ poco, (cominciare) _____ a deprimermi perché (vedere) _____ che la mia vita non (svilupparsi) _____. Però tre anni fa (fare) _____ un concorso e mio padre conosceva un dirigente alla Presidenza del Consiglio dei Ministri che mi ha dato una mano. (Vincere) _____ il concorso e (entrare) _____ all’Orchestra dell’Arena di Verona come clarinettista. Sono felice perché ho realizzato il sogno di tutta la mia vita.

Se poi ai vostri studenti piace andare piu’ a fondo, proponetegli quest’intervista, anche questa in fondo da primo livello, una sola domanda di comprensione: “Qual e’ la relazione fra l’esercizio sopra e quello che dice il giornalista nell’intervista?”.

 

 

Rispondi